lunedì 9 ottobre 2017

Recensione - "Teorema del primo bacio" di Marco Braico

Buon inizio di settimana lettori,

oggi vi parlo di un libro che per me è stato una vera scoperta. Un romanzo, mi viene di definirlo di formazione, interessante nei contenuti e scorrevole nella prosa. Non vi anticipo altro, buona lettura!



Risultati immagini per teorema del primo bacio libro immagine

TEOREMA DEL PRIMO BACIO


MARCO BRAICO


Editore: Edizioni Piemme
Pagine: 261
Prezzo: 16,50 euro
Data di pubblicazione: settembre 2017
Sinossi: qui

Questo romanzo è stato una vera e propria rivelazione, probabilmente non lo avrei mai preso in considerazione se non mi fosse stato proposto dalla CE. "Teorema del primo bacio" è un titolo fuorviante perché al primo impatto, prima di leggere la trama, ho pensato che fosse una storia banale e adolescenziale. Invece, con mia grande sorpresa è molto di più, un elogio alla vita e alla speranza, insegna a non arrendersi mai e credere nelle proprie capacità. 

"L'inizio è sempre una promessa. Gli inizi nella vita di ciascuno di noi sono almeno due, la fine è sempre e solo una, le altre sono soltanto simulazioni della fine"

L'autore, Marco Braico nella vita reale è un insegnante di Matematica e Fisica e in Teorema del primo bacio mette nero su bianco tutta la sua esperienza di professore e tutta la sua dedizione verso dei ragazzi che a quell'età si trovano travolti dalle emozioni ma anche schiacciati da tante difficoltà. Il protagonista del romanzo è appunto un professore, Alberto Solei, insegnate della III B di un liceo. Tutto ha inizio durante un viaggio di istruzione organizzato dalla scuola a Madrid. Il professore è convinto che per poter svolgere al meglio il proprio lavoro deve cercare di sormontare quelle barriere invisibili che gli adolescenti tentano di innalzare tra loro e il mondo esterno. Solo un bravo e attento insegnante è in grado di leggere negli occhi dei propri alunni e percepirne un disagio. Questo è ciò che accade ad Andrea, alunno di sedici anni, di bell'aspetto, introverso e con un segreto da custodire per vergogna e per timore di essere giudicato male. E il compito del prof. qual è? Aiutare quel ragazzo senza farsi accorgere di nulla, indagare sulla famiglia e scoprire il movente di tanta sofferenza. Alberto si farà aiutare nella sua missione da un caro amico di vecchia data che grazie al suo carisma e alla spontaneità contagiosa del tipico napoletano avrà un ruolo determinante nella risoluzione del "caso". 

"Il dolore deve essere vissuto a fondo per poterlo sconfiggere, è necessario contattare senza sconti le punte più acuminate per trovare la forza di reagire"

"Teorema del primo bacio" è un romanzo che all'apparenza inganna ma che invece nelle sue pagine ho trovato tanta vita. La spensieratezza dei ragazzi e la devozione di un insegnante creano un connubio perfetto che nella realtà così "dovrebbe" essere. La scuola è un'istituzione troppo importante e talvolta è grazie ad essa che molti disagi e difficoltà emergono creando un ponte invisibile ma ben solito con le famiglie. Affidiamo i nostri figli agli insegnanti, ci fidiamo di loro e confidiamo nel loro importantissimo compito e quando un insegnate diviene anche amico degli alunni nonché confidente possiamo essere certi di stare in mani sicure. Un buon insegnante sgombra dalle insicurezze la strada del futuro dei propri alunni cercando di renderla quanto più sicura possibile, cerca di erigere forti e intaccabili barriere contro le problematicità che la vita, come un fulmine a ciel sereno, inevitabilmente presenta lungo il loro cammino. 
Questo è ciò che leggendo questo romanzo ho percepito e penso che l'autore in questa storia ci abbia messo tanta saggezza, maturità e competenza con l'intento di trasmettere un bel messaggio al lettore e a me questo messaggio è arrivato.
Una storia, che può essere la storia di chiunque, raccontata con uno stile fresco, diretto e fluido, perfetta per lettori di ogni età.
Teorema del primo bacio racchiude un mondo, quello degli adolescenti, a prima vista allegro e spensierato ma ricco di insidie. Alberto e Andrea si raccontano, si denudano delle proprie insicurezze e il lettore voltata l'ultima pagina non può che essere soddisfatto di aver conosciuto due protagonisti della porta accanto.

giovedì 5 ottobre 2017

Ottobre in libreria - 2017

Buongiorno lettori,

anche ottobre è un mese carico di belle uscite! Ho selezionato per voi le più interessanti... vediamole insieme!


Risultati immagini per sara rattaro libro immagine
Titolo: Il cacciatore di sogni. Lo scienzato che salvò il mondo
Autore: Sara Rattaro
Editore: Mondadori
Pagine: 176
Prezzo: 15,00 euro
Data di pubblicazione: 17 ottobre 2017

Sinossi: Luca, che da grande sogna di diventare pianista, ha una mano rotta, un fratello maggiore piuttosto fastidioso, una mamma rompiscatole e un aereo da prendere per tornare da Barcellona in Italia
È il 4 luglio 1984 e, su quell’aereo, la sua vita cambia per sempre. Luca incontra un eroe… No, non si tratta di Maradona, che in aeroporto ha attirato l’attenzione di tutti (e in particolare di suo fratello Filippo), ma di un misterioso signore che somiglia un po’ a Babbo Natale e occupa il sedile accanto al suo. All’improvviso l’uomo gli chiede: «Posso raccontarti una storia?». Comincia così un’avventura straordinaria, fatta di parole e ricordi, con una sorpresa davvero inaspettata… l’avventura di un cacciatore di sogni, lo scienziato Albert Bruce Sabin.

Risultati immagini per la rilegatrice di storie perdute immagine libroTitolo: La rilegatrice di storie perdute
Autore: Cristina Caboni
Editore: Garzanti
Pagine: 320
Prezzo: 16,90 euro
Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017

Sinossi: La copertina finemente lavorata avvolge le pagine ingiallite dal tempo. Sofia con gesti delicati ed esperti sfiora la pelle e la carta per restaurare il libro e riportarlo al suo antico splendore. La legatoria è la sua passione. Solo così riesce a non pensare alla sua vita che le sta scivolando di mano giorno dopo giorno. Quando arriva il momento di lavorare sulle controguardie, il respiro di Sofia si ferma: al loro interno nascondono una sorpresa. Nascondono una pagina scritta a mano: è la storia di una donna, Clarice, appassionata di arte e di libri. Un’abile rilegatrice vissuta in nel primo Ottocento, quando alle donne era proibito esercitare quella professione. Una donna che ha lottato per la sua indipendenza. Alla luce fioca di una candela ha affidato a quel libro un messaggio lanciato nel mare del tempo, e una sfida che può condurre a uno straordinario ritrovamento chi la raccoglierà. Sofia non può credere al tesoro che ha tra le mani. Quella donna sembra parlare al suo cuore, ai suoi desideri traditi. È decisa a scoprire chi sia, e quale sia il suo segreto. Ad aiutarla a far luce su questo mistero sarà Tomaso Leoni, un famoso cacciatore di libri antichi ed esperto di grafologia. Insieme seguono gli indizi che trovano pagina dopo pagina, riga dopo riga, città dopo città. Sono i libri a sceglierci, e quel libro ha scelto Sofia. Dopo più di duecento anni, solo lei può ridare voce a Clarice. E solo la storia di Clarice può ridare a Sofia la speranza che aveva perduto. Perché la strada per la libertà di una donna è piena di ostacoli, ma non bisogna mai smettere di mirare all’orizzonte. 
Successo dopo successo, Cristina Caboni è diventata una delle autrici italiane più amate dalla stampa e dai lettori. Dopo Il sentiero dei profumi e Il giardino dei fiori segreti, bestseller sempre in classifica, un nuovo romanzo sul potere dei libri. Grazie a loro due donne coraggiose, così lontane nel tempo, si incontrano diventando una la forza dell’altra, nella ricerca della libertà e di un futuro migliore.

Risultati immagini per negli occhi di chi guarda libro immagineTitolo: Negli occhi di chi guarda
Autore: Marco Malvaldi
Editore: Sellerio Editore Palermo
Pagine: 250
Prezzo: 14,00 euro
Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017

Sinossi: In un magnifico podere nel cuore della campagna toscana vivono due gemelli sessantenni, Alberto e Zeno Cavalcanti; hanno passato tutta la loro vita nella superba tenuta di famiglia.
Alberto, ex broker fallito, ha dilapidato quasi tutto il suo denaro in investimenti sbagliati; Zeno è un collezionista d'arte mite e tranquillo, e vive con il suo anziano maggiordomo Raimondo, un matto che ha girato alcuni manicomi in gioventù prima di stringere sincera amicizia con il suo datore di lavoro. I gemelli richiedono una consulenza medica un po' singolare: in pratica vogliono sapere quale dei due ha più probabilità di morire prima dell'altro. La questione è legata alla vendita del podere Pianetti; Alberto, che è in bolletta, è favorevole. Zeno contrario. I due hanno da tempo iniziato a vendere particelle della proprietà, ma una holding di cinesi vorrebbe comprarla per intero per farne un albergo. I fratelli hanno draconianamente deciso che verrà rispettata la volontà di chi sarà dichiarato il più longevo. Una notte un incendio sveglia i residenti della tenuta e quando il fuoco viene domato, tra gli sterpi viene trovato il cadavere di Raimondo. I sospetti si appuntano su Alberto, ma qualcuno, tra i residenti, tira fuori la storia del Ligabue. Il vecchio Raimondo sosteneva infatti di avere un'opera autentica di Ligabue regalatagli dallo stesso pittore insieme al quale era stato rinchiuso in un manicomio alla fine degli anni '50. Ma dove è finito il dipinto? Podere Pianetti viene messo sottosopra, ma del quadro nessuna traccia. Fino a che un'altra morte fa intravedere una incredibile e assurda verità.



Titolo: La via di casa

Autore: Louise Penny
Editore: Edizioni Piemme
Pagine: 420
Prezzo: 19,50
Data di pubblicazione: ottobre 2017

Sinossi: A Three Pines, piccola cittadina del Québec, immersa nell'idilliaco sud dai paesaggi punteggiati di pini maestosi, è difficile che accada qualcosa. È qui che Armand Gamache sta vivendo gli anni della pensione, dopo una carriera come ispettore capo della Omicidi. Ma c'è qualcuno che viene a disturbare la sua quiete, fatta di letture colte e tranquille serate estive. Clara Morrow, la vicina di casa, famosa pittrice. Suo marito Peter, un artista anche lui, sembra scomparso: Clara ha un brutto presentimento e un grande bisogno di ritrovarlo. Per l'ex ispettore, lasciare Three Pines è uno sforzo sovrumano, ma alla fine accetta di aiutarla. Comincia così un viaggio alla ricerca di un uomo che diventa sempre più misterioso man mano che il tempo passa. Un viaggio che porterà Gamache fino all'area più desolata della regione, quella del grande fiume San Lorenzo, un posto talmente "dannato" che i primi marinai che vi capitarono lo definirono «la Terra che Dio donò a Caino». E lì, lontano da casa e sempre più vicino al cuore nero dell'uomo che sta cercando, Gamache scoprirà qualcosa che non avrebbe creduto possibile.


Titolo: Il mio nome è Leon
Autore: Kit de Waal
Editore: Edizioni Piemme
Pagine: 312
Prezzo: 18,50 euro
Data di pubblicazione: 3 ottobre 2017

Sinossi: Leon ha nove anni quando prende in braccio per la prima volta il suo fratellino appena nato, Jake. Un neonato che sembra un bambolotto, con la pelle bianchissima, così diversa da quella di Leon, che ha la pelle scura. Ma ora che la loro mamma non si vede più in giro, e loro devono andare a vivere con Maureen, una signora dai capelli rossi e ricci e una pancia come Babbo Natale, Leon capisce che deve proteggere il suo fratellino: perché qualcuno vuole prenderselo, e avere quel bambolotto bianco tutto per sé. Anche se Maureen gli spiega che è per il bene di Jake, che c'è una famiglia che vuole dargli una casa e un sacco di amore, per Leon è solo un tradimento. È per questo che Leon adesso è triste e anche un po' arrabbiato… Per fortuna alcune cose lo fanno ancora sorridere, come correre velocissimo in discesa con la bici, e rubare con Maureen abbastanza monetine per poter - un giorno - andare a prendere Jake e anche la mamma, come un vero supereroe. Con l'evocazione di un'Inghilterra in cui le divisioni sociali sono più che mai evidenti, e dal colore della pelle può dipendere il futuro di un bambino, Il mio nome è Leonè un romanzo che ha colto di sorpresa i lettori inglesi: la storia struggente e dolcissima, raccontata con lo sguardo del piccolo Leon, della forza di un amore e della capacità di superare il dolore e la perdita. E soprattutto la storia di che cosa vuol dire avere una famiglia, o trovarla dove meno ce lo si aspetta.


Titolo: Vorrei essere mio fratello
Autore: Markus Zusak
Editore: Frassinelli
Pagine: 180
Prezzo: 14,90
Data di pubblicazione: 31 ottobre 2017

Sinossi: La famiglia dei fratelli Wolfe sta passando un brutto momento. Il padre ha perso il lavoro, soldi ce ne sono sempre meno, e il clima in casa è sempre più pesante. Per questo Cameron e Ruben accettano di entrare nel circuito degli incontri clandestini di boxe tra ragazzi. Con le scommesse e le mance si può guadagnare bene. Naturalmente lo fanno di nascosto dai genitori, e Cameron dovrà anche nascondere, persino a se stesso, quello che prova per la ragazza che viene sempre agli incontri, e che sembra avere occhi soltanto per Ruben. Ma i due fratelli presto capiranno che stanno combattendo per qualcosa di più importante dei soldi, persino delle ragazze: combattono per la loro dignità, combattono per scoprire chi sono veramente. E combattono l’uno per l’altro.


Titolo: La principessa che aveva fame d'Amore
Autore: Maria Chiara Gritti
Editore: Sperling&Kupfer
Pagine: 224
Prezzo: 15,90 euro
Data di pubblicazione: 3 ottobre 2017

Sinossi: Belle, buone, brave e obbedienti: quante donne hanno imparato fin dall’infanzia che questo è l’unico modo per essere amate? Come succede ad Arabella, la protagonista di questa favola: pur essendo capace, intraprendente e piena di talenti, è pronta a sacrificare la sua allegria, la sua curiosità e i suoi stessi bisogni per compiacere i genitori e sentirsi apprezzata. Ma c’è qualcosa che grida dentro lei, un grumo di insoddisfazione che le lacera lo stomaco e la rende irrequieta e vorace: è la sua fame d’amore. Si convince che potrà essere solo un uomo a placarla e va dritta nella Città degli Incontri. Ma come può una ragazza poco nutrita d’affetto riconoscere il sapore del vero amore? È sin troppo facile accontentarsi di qualunque riempitivo. Per fortuna c’è qualcuno pronto a darle una bella svegliata e guidarla a trovare la giusta ricetta. In questa favola, la psicoterapeuta Maria Chiara Gritti affronta con ironia e delicatezza la love addiction, quella strana cecità del cuore che porta a scambiare ogni rospo per un principe, a cui dare tutto in cambio di… niente. Troppe principesse ne soffrono, si aggrappano a rapporti squilibrati nei quali perdono autostima, fiducia e sorriso. Basta, non dobbiamo più accontentarci delle briciole, insegna la favola di Arabella: l’unico modo di nutrire il vero amore è imparare a nutrire noi stesse. E dovrà essere il principe a mostrarsi degno di noi.



martedì 3 ottobre 2017

Releaze Bliz - Estremo Inganno" di Cristina Vichi

Buon pomeriggio lettori incantati,

ritorna nel mio salottino virtuale, ed è per me un onore ogni volta ospitarla, Cristina Vichi con il suo nuovo romanzo "Estremo Inganno", un dark fantasy da non perdere assolutamente!
Di seguito troverete la sinossi e la descrizione di alcuni personaggi in modo da riuscire a dare un volto ai protagonisti. Mettetevi comodi e buona lettura!



Risultati immagini per estremo inganno libro immagine

ESTREMO INGANNO


CRISTINA VICHI

Editore: Self-publishing
Genere: Dark Fantasy, Paranormal
Pagine: 162
Prezzo: 8,00 euro cartaceo - 2,99 euro ebook, aderisce al KindleUnlimited
Pubblicazione: primo ottobre 2017

Sinossi: Nel 1717 una giovane sventurata bruciò viva sul rogo, accusata di stregoneria. Quella drammatica storia fu tramandata nei secoli e il luogo della tragedia prese il nome di Katherine’sCity, in memoria della ragazza. Kassy, diciassettenne del 2017, per strane e oscure ragioni si ritrova a vivere in prima persona la storia di Katherine, la Regina Rossa, scoprendo sulla propria pelle verità dimenticate, segreti inconfessabili e terribili maledizioni. In un susseguirsi di scoperte sempre più inquietanti, l’angoscia di Kassy raggiunge l’apice quando capisce che la Regina Rossa non le ha rubato solo il corpo, lei vuole anche la sua anima, lei vuole scambiare i loro destini.
Chi brucerà sul rogo in quel terribile 17 ottobre 1717?




VI PRESENTO I PERSONAGGI


EPOCA 1717


Katherine Wilkinson fu bruciata viva sul rogo il 17/10/1717, proprio nel giorno del suo diciassettesimo compleanno. Ma chi è veramente? Una sfortunata ragazza vittima delle superstizioni del suo tempo o il suo animo è davvero malvagio?





Amabel Wilkinson è la madre di Katherine. È una donna grintosa e austera, capace di mettere in soggezione chiunque. Il suo odio verso Katherine è palpabile.
-Oswald Wilkinson è il padre di Katherine. È un uomo pragmatico e calcolatore.




-Carolyn Wilkinson è la sorella di Katherine. È una giovane taciturna, spesso persa in chissà quali tristi pensieri. Le sue lacrime e il suo dolore non sembrano interessare nessuno. È obbediente e devota alla famiglia. 



Don Jasper è il bel parroco del paese. Devoto alla sua fede e in apparenza immune al fascino femminile, è invece sobbarcato da un pesante fardello amoroso legato a Katherine.









Charles Hill compare dopo la rottura del fidanzamento fra Carolyn e Derrik con lo scopo di sposare la giovane e portarla via. Non ama parlare del suo particolare accordo con i Wilkinson. 







Derrik è il ragazzo amato da Carolyn. I Wilkinson lo trattano nel peggiore dei modi e gli impediscono di incontrare Carolyn.









Il forestiero è un esorcista il cui scopo è quello di trovare le streghe e bruciarle vive sul rogo; crede sia l’unico modo per liberare il mondo dalle maledizioni.







La moglie del fornaio è una donna superstiziosa e pettegola. Fatica a tenere la bocca chiusa e a non dire ciò che le passa per la testa.Il pane che vende ha un aspetto orribile.




Ecco giunti alla fine e spero di aver alimentato positivamente la vostra curiosità. Buona lettura cari lettori e alla prossima!


sabato 30 settembre 2017

Oggi vi parlo di... "La trilogia della città di K." di Agota Kristof

Buon pomeriggio lettori incantati,

dopo aver passato una settimana a scegliere la mia prossima lettura, indecisa se leggere un classico o un romanzo contemporaneo (alla fine la scelta è caduta su la grande Jane Austen con Ragione e Sentimento), e in attesa del postino che sembra si sia smarrito tra le strade  del mio paese (ahahaha), ho navigato molto per la rete in cerca di letture appetitose, ho letto recensioni e appuntato tanti bei consigli librosi. Ecco, il romanzo di cui oggi voglio parlarvi mi è stato consigliato da una mia amica del gruppo di lettura.

Sinceramente non lo conoscevo, quindi come mi è stata riferita la segnalazione sono subito corsa a documentarmi e in realtà ho riscontrato molti pareri positivi ma allo stesso tempo anche sentimenti contrastanti. E' stato definito, crudo, spiazzante, inquietante e spietato ma anche sconvolgente, emozionante e strepitoso! Giustificato il mio interesse, condivido con voi la sinossi!!! Buona lettura!


«Una prosa di perfetta, innaturale secchezza, una prosa che ha l'andatura di una marionetta omicida».
Giorgio Manganelli




LA TRILOGIA DELLA CITTA' DI K.


AGOTA KRISTOF


Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Pagine: 384
Prezzo: 13,00 euro

Sinossi: «Tutto ha inizio con due gemelli che una madre disperata è costretta ad affidare alla nonna, lontano da una grande città dove cadono le bombe e manca il cibo. Siamo in un paese dell'Est, ma né l'Ungheria né alcun luogo preciso vengono mai nominati. Un inizio folgorante che ci immette di colpo nel tempo atroce dell'ultima guerra raccontandolo come una metafora. La nonna è una "vecchia strega" sporca, avara e senza cuore e i due gemelli, indivisibili e intercambiabili quasi avessero un'anima sola, sono due piccoli maghi dalla prodigiosa intelligenza. Intorno a loro ruotano personaggi disegnati con pochi tratti scarni su uno sfondo di fame e di morte. Favola nera dove tutto è reso veloce ed essenziale da una scrittura limpida e asciutta che non lascia spazio alle divagazioni. Un avvenimento tira l'altro come se una mano misteriosa e ricca di sensualità li cavasse fuori dal cilindro di un prestigiatore crudele».




Scrittrice ungherese. Nel 1956 è spettatrice dell’invasione del suo paese da parte dei carri armati sovietici. Fuggita con la famiglia in Svizzera, trova un impiego presso una fabbrica di orologi. Comincia a scrivere nella sua lingua di adozione, il francese, prima testi per il teatro, poi romanzi che la impongono all’attenzione del grande pubblico: Il grande quaderno (1987), La prova (1990), La terza menzogna (1992) – che nella traduzione italiana confluiscono a formare La trilogia della città di K (1998) – in cui le storie parallele di due gemelli, Klaus e Lucas, si dipanano in un labirinto di disperazione morale e bruciante dolcezza, sullo sfondo di una guerra divoratrice.
Anche nelle opere successive (Ieri, 1995; L’analfabeta, 2004; Dove sei Mathias?, 2006) la sua prosa scarna e tagliente scandisce i battiti di un mondo allucinato e crudele, consegnando al lettore una testimonianza impietosa, venata di dolente nostalgia.
Tra gli ultimi libri pubblicati in Italia, la raccolta di racconti La vendetta (Einaudi 2005).(dall'Enciclopedia della Letteratura Garzanti)




Allora cosa ne pensate? Questo romanzo ha stuzzicato almeno un po' di curiosità, il giusto che basta per correre in libreria e acquistarlo? Se qualcuno di voi l'ha già letto scrivetemi nei commenti, voglio conoscere la vostra opinione! Un grosso abbraccio a tutti voi! Rosa

lunedì 25 settembre 2017

Recensione - "Gli Innocenti" di Paola Calvetti

Buon pomeriggio amici lettori,

oggi vi parlo di un libro meraviglioso, da leggere assolutamente! 
Dopo la lettura de "Gli Innocenti" mi è venuta voglia di leggere tutto di quest'autrice, ma proprio tutto! Se qualcuna di voi ha letto un suo romanzo accetto volentieri consigli! Buona lettura!!!


Risultati immagini per gli innocenti libro immagine

GLI INNOCENTI


PAOLA CALVETTTI


Casa editrice: Mondadori

Pagine: 132
Prezzo: 17,00 euro
Sinossi: qui

Spero di trovare le parole adatte per descrivere un romanzo che nelle sue centotrentadue pagine mi ha emozionato, coinvolto e spiazzata, tanto che dopo averlo terminato un senso di nostalgia mi ha pervasa. 
Sulle note del Doppio concerto in la minore per violino e violoncello di Johannes Brahms la Calvetti "compone" una storia malinconica, raffinata e tremendamente trascinante. La musica è la costante nel romanzo mentre i due protagonisti rappresentano le variabili attraverso le quali le emozioni vibrano ad ogni tocco di archetto.

"Il flusso della musica passa nei luoghi della loro memoria, fruga il deposito del loro passato, ne ridesta l'incanto"

Firenze. Allo Spedale degli Innocenti Jacopo ha lasciato un pezzo della sua vita. All'età di sei anni viene adottato da una nuova famiglia che prova a trasmettergli tranquillità e tutto l'amore possibile. La continua ricerca di sé stesso e delle sue origini diventerà il suo unico obiettivo insieme alle note del pentagramma che illumineranno le sue giornate. Il violino unico compagno di vita. Nel violino, Japoco, sfoga tutta la sua rabbia, i mille silenzi e l'infinita malinconia.
Albania. Dasha è una bambina quando i genitori decidono di farla studiare violoncello al Conservatorio di Tirana. Un talento innato da coltivare, nutrire e far crescere. Il violoncello darà un senso alle sue giornate, tanta dedizione e passione verso uno strumento che le darà forza nei momenti difficili. L'archetto, grazie alle sue mani grandi e forti, ondeggia facendo vibrare le corde del violoncello in un susseguirsi di note che attendono solo di essere adulate e ascoltate.
La storia di Jacopo e Dasha non può essere descritta ma bisogna leggerla perché le parole non bastano per descrivere tutta la bellezza che questa perla di romanzo racchiude.

"Ci sono cose e persone che spariscono, si perdono e poi ritornano senza che le andiamo a cercare"

La Calvetti è stata brava a conciliare l'amore per la musica a una magnifica capacità narrativa. Un romanzo breve ma intenso, impeccabile nello stile, elegante e raffinato. Il "Doppio di Brahms" chiamato anche "opera di riconciliazione" fa da sfondo a una riconciliazione di anime ferite nel profondo ma che grazie alla musica riescono a trovare una propria dimensione. Le note e il tocco dell'archetto sul violino e sul violoncello si percepiscono in ogni pagina, Jacopo e Dasha si rincorrono nella vita come nella musica. 

Un romanzo perfetto in ogni sua sfumatura dove una piacevole sinfonia conduce il lettore verso un epilogo emozionante. 


venerdì 22 settembre 2017

Autori Emergenti 30# - "I giardini Incantati" di Stefano Labbia

Vi avevo anticipato che a settembre il blog rispolverava alcune rubriche cadute nel dimenticatoio? Ecco, questa rivolta agli autori emergenti è una di quelle! Quindi il benvenuto oggi lo do non solo a voi che mi seguite ma anche alla mia rubrica e all'autore protagonista del post di oggi, Stefano Labbia e la sua raccolta di poesie, I giardini Incantati.


L'autore si confida con noi, aprendo le porte del suo mondo, del suo vissuto: all'interno de “I Giardini Incantati” troviamo poesie centrate su una cifra stilistica originale e su una dimensione espressiva che si confronta con temi esistenziali, mantenendo la forza simbolica e la carica emotiva del testo. Sono testi efficaci, quelli del poeta romano, classe 1984, che, oltre a possedere una certa originalità di impostazione, elaborano un linguaggio vivo, moderno e coinvolgente, valorizzando efficacemente l'itinerario espressivo e i contenuti in una chiave personale e significativa, di grande essenzialità. Il Labbia insomma riesce a coniugare l'aspetto lirico (proprio della poesia) con quello di canto attuale, moderno in un volume davvero significativo nel panorama poetico letterario italiano. I suoi versi sono sottolineati da belle immagini, sono incisivi e tutto l'impianto d'insieme è bene architettato, composto con avvedutezza e curato stilisticamente tanto da sembrare anche di poter cogliere un accoramento esistenziale che è sicura prova di genuinità espressiva dell'autore.



Risultati immagini per I giardini Incantati libro immagine

I GIARDINI INCANTATI


STEFANO LABBIA


Casa Editrice: Talos Edizioni
Data di pubblicazione: 2017
Tematica: Vita, amore, satira politica
Genere: raccolta poetica
Trama: Seconda silloge poetica del giovane autore romano Stefano Labbia: i versi di questa nuova raccolta, più maturi ed importanti, rispetto ai precedenti, ci trascinano in un giardino incantato fatto di sfumature vivaci e tinte forti: l'autore ci mette di fronte ad un afflato piuttosto originale, tanto che sembra coraggiosamente poco curarsi della lezione ermetica e avanguardista del Novecento rifacendosi forse ai crepuscolari (Corazzini, Gozzano, Govoni, ecc.) e recuperando l’intimismo e la “semplicità” a fronte del modernismo a tutti i costi. Versi, quelli presenti ne “I Giardini Incantati”, che sono il frutto di varie esperienze di vita e di rapporti umani contrastanti, fra sentimenti e risentimenti, amarezze e dolcezze, comuni a tutti noi esseri umani, figli dei tempi antichi e moderni. Per cui la poesia del Labbia è, come ella stessa dice della vita, "severa e ilare al tempo stesso".


BIOGRAFIA 

Stefano Labbia, classe 1984, è un giovane autore italiano di origine brasiliana. Nato nella Capitale, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, “Gli Orari del Cuore” nel 2016 per Casa Editrice Leonida. 


Nel 2017 ha dato alle stampe la sua seconda silloge poetica dal titolo "I Giardini Incantati" (Talos Edizioni) ed una raccolta di racconti, "Bingo Bongo & altre storie" (Il Faggio Edizioni). 


Ha pubblicato / è inoltre presente in: "Un penny dall'inferno" (Senso Inverso Edizioni - 2017 - Raccolta di racconti horror di Autori Vari vincitori del Concorso Letterario "Luce Nera" III edizione); Antologia poetica "Versus Sulmona 2016 - 2017" - Lupi Editore (AAVV - selezionato in occasione del Preio Letterario "Versus Sulmona 2016 - 2017); Antologia di racconti "Preghiera di un uomo che cade dalle nuvole" - vincitore del concorso letterario "Oceano di Carta 2017" (Senso Inverso Edizioni - 2017); Antologia racconti e poesie "Una città che scrive. Una città che rinasce." 2017 (Associazione "Una città che...") selezionato per il Premio Letterario Internazionale "Una città che scrive 2017"; Raccolta poetica "Versi in volo" selezionato per il concorso letterario "Versi in Volo" (Sensoinverso Edizioni - 2017). 


Autore di una graphic novel seriale dal titolo "Killer Loop'S" (LFA Publishing - 2018). 


Collabora dal 2016 con i portali MyReviews.it (cinema ed editoria) e The Freak (autore - poeta). 


Dal 2017 collabora anche con Okay News. Scrive per "Il Nostro", free press magazine mensile (2017). 


Ha scritto per 2duerighe.com (cinema e teatro - 2016 / 2017); Oubliette Magazine (cinema, arte, musica e teatro - 2016 / 2017). 


Ha condotto e curato un programma radio dedicato a cultura, poesia, teatro e musica sulla radio indipendente Deliradio.it (2017). 


Ha inoltre collaborato alla stesura e all'ideazione di “Rivka” (Serie Italiana - 2016), “Boh” (Sitcom – Distribuita da Extra Tv – Idea, regia e sceneggiatura - 2016), “Butterfly Lies” (2015 / 2016 - UK – idea, soggetto e sceneggiatura), “Safe” (Idea, soggetto e sceneggiatura – Tv Show - USA – 2015), “Life Goes On” (Idea, soggetto e sceneggiatura – Film – 2015), "American Inn" (Idea, soggetto e sceneggiatura - Sitcom - USA - 2015), “(R)Evolution” (Idea, soggetto e sceneggiatura – 2015), “Police Assault” (Idea, soggetto e sceneggiatura - Tv Show – USA - 2014), "WMW – What Men Wants" (dramedy – UK – 2015 / 2016 – Idea, soggetto e sceneggiatura), “Fear” (fantastico - UK - idea, soggetto e sceneggiatura - 2015 - 2016) e "Strings" (co-autore con Agnese Pagliarani – Sitcom - 2016). 


AWARD

Concorso Mario Dell'Arco 2017 - Finalista con un componimento originale - Accademia Giuseppe Gioacchino Belli; 


Premio Internazionale "Una città che scrive" 2017 - Finalista / Secondo classificato categoria Racconti brevi - Associazione "Una città che..."; 


Premio Nazionale Nobildonna Maria Santoro 2017 – Finalista - Accademia Giuseppe Gioacchino Belli; 


Selezionato con un racconto originale al contest letterario "Oceano di Carta" 2017 da Senso Inverso Edizioni; 


Selezionato con un racconto originale al contest letterario "LuceNera" III Edizione da Sensoinverso Edizioni (2017); 


Selezionato con un componimento poetico originale da Lupi Editore per la raccolta "Versus Sulmona" 2017 di autori vari; 


Selezionato con un copomnimento poetico originale al contest letterario "Versi in volo" 2017 da Sensoinverso Edizioni; 


Partecipa al Concorso Giuseppe Gioacchino Belli XXVIII Edizione - Sezione A (2016) con un componimento originale inedito (Finalista); 


Primo Classificato nel Contest "Lycamobile Video Spot 2016" – sezione Italia con Edoardo Montanari (2015 – Autore non accreditato). Favourite comics artist: Gil Kane, John Romita Sr, Terry Dodson, Giuseppe Camuncoli.