lunedì 4 febbraio 2019

Novità in libreria - Febbraio 2019

Ben ritrovati amici lettori! Il tempo vola, è proprio il caso di dirlo...siamo già a febbraio! Vediamo insieme quali novità ci aspettano in libreria nel mese più breve dell'anno...curiosi? Date una sbirciatina ai titoli che vi ho proposto magari troverete il libro giusto per voi!

Buona lettura!



L' isola dell'abbandono - Chiara Gamberale - copertina

Titolo: L'isola dell'abbandono

Autore: Chiara Gamberale
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 16,50 euro

In libreria dal 21 febbraio

Sinossi: Un romanzo profondo e coraggioso sull’abbandono: che è il dolore più profondo con cui tutti, prima o poi, dobbiamo fare i conti. Ma che può rivelarsi una grande occasione per ritrovarci e capire finalmente chi siamo.

Pare che l’espressione “piantare in asso” si debba a Teseo che, una volta uscito dal labirinto grazie all’aiuto di Arianna, anziché riportarla con sé da Creta ad Atene, la lascia sull’isola di Naxos. In Naxos: in asso, appunto. Proprio sull’isola di Naxos, l’inquieta e misteriosa protagonista di questo romanzo sente all’improvviso l’urgenza di tornare. È lì che, dieci anni prima, in quella che doveva essere una vacanza, è stata brutalmente abbandonata da Stefano, il suo primo, disperato amore e sempre lì ha conosciuto Di, un uomo capace di metterla a contatto con parti di sé che non conosceva e con la sfida più estrema per una persona come lei, quella di rinunciare alla fuga. E restare. Ma come fa una straordinaria possibilità a rivelarsi un pericolo? E come fa un trauma a trasformarsi in un alibi? Che cosa è davvero finito, che cosa è cominciato su quell’isola? Solo adesso lei riesce a chiederselo, perché è appena diventata madre, tutto dentro di sé si è allo stesso tempo saldato e infragilito, e deve fare i conti con il padre di suo figlio e con la loro difficoltà a considerarsi una famiglia. Anche se non lo vorrebbe, così, è finalmente pronta per incontrare di nuovo tutto quello che si era abituata a dimenticare, a cominciare dal suo nome, dalla sua identità più profonda… Dialogando in modo esplicito e implicito con il mito sull’abbandono più famoso della storia dell’umanità e con i fumetti per bambini con cui la protagonista interpreta la realtà, Chiara Gamberale ci mette a tu per tu con il miracolo e con la violenza della vita, quando ci strappa dalle mani l’illusione di poterla controllare, perché qualcosa finisce, qualcuno muore o perché qualcosa comincia, qualcuno nasce. E ci consegna così un romanzo appassionato sulla responsabilità delle nostre scelte e sull’inesorabilità del destino, sui figli che avremmo potuto avere, su quelli che abbiamo avuto, che non avremo mai. Sulle occasioni perse e quelle che, magari senza accorgercene, abbiamo colto.



La sirena e Mrs Hancock - Imogen Hermes Gowar - copertinaTitolo: La sirena e Mrs Hancock
Autore: Imoges Hermes Gowar
Editore: Einaudi
Pagine: 480
Prezzo: 22,00 euro

In libreria dal 19 febbraio 2019

Sinossi: Londra, 1785. L'ammaliante Angelica promette a Mr Hancock che cederà alle sue avance solo se lui riuscirà a regalarle un esemplare suadente e fatale di sirena. Quello che Angelica non sa è che i desideri possono essere molto pericolosi. Perché rischiano di essere esauditi. È il settembre del 1785 quando Jonah Hancock, mercante inglese figlio di mercanti inglesi, quarantacinque anni, cranio spelacchiato e vestiti di lana pettinata, riceve in dono una sirena. Certo, non è proprio un regalo e nemmeno una sirena nel senso piú romantico del termine: è piú che altro un corpo mummificato di essere marino che gli è costato una nave. Ma a rassicurare Mr Hancock del valore dell'investimento c'è il lungimirante capitano Jones, responsabile della compravendita. E a trasformare quella creatura in una fonte di lucro ci pensa Mrs Chappell, l'avveduta tenutaria di un bordello di lusso: che abbia gambe o squame, una ragazza indifesa nuova in città a lei non può sfuggire. Per la madama non è difficile convincere il mite Mr Hancock ad affittarle la sirena come arredo per incuriosire i clienti della sua casa di piacere. Ed è proprio in quel luogo di libidinosa perdizione che Jonah Hancock si perde, non tra le vie del peccato, bensí negli occhi di Angelica Neal. Il suo corpo è senza segreti per chi ha avuto l'onore di essere suo cliente – o per chi ne ha ammirato il ritratto esposto all'Accademia –, ma il suo cuore non è altrettanto prodigo. Spietata e impertinente, Angelica promette a Mr Hancock che cederà alle sue avance solo in cambio di un nuovo esemplare, suadente e fatale, di sirena. Ma i desideri hanno spesso conseguenze impreviste. Per esempio, possono essere esauditi. Dal centro di un'affascinante Londra georgiana, passando per moli nebbiosi, oscuri quartieri popolari e bordelli sfavillanti, fino ai mari perigliosi che nascondono creature magiche e misteri evanescenti: in questo viaggio senza precedenti Angelica e Mr Hancock vivranno un'avventura straordinaria alla scoperta dei segreti sepolti negli abissi del cuore.



L'ora di Agathe

Titolo: L'ora di Agathe

Autore: Anne Cathrine Bomann
Editore: Iperborea
Pagine: 128
Prezzo: 15,00 euro

In libreria dal 13 febbraio 2019

Sinossi: Si è ancora in tempo a mettere in discussione la propria vita a settant'anni? Ambientata a Parigi negli anni '40, L'ora di Agathe è la storia dolce e struggente di rinascita e cambiamento di uno psichiatra alla fine della sua carriera.




In una cittadina francese degli anni Quaranta, uno psicanalista fa il conto alla rovescia, con puntiglio maniacale, delle ore che lo separano dalla pensione. Scapolo e senza amici, la sua vita si divide tra lo studio, dove ascolta svogliatamente i pazienti fingendo di prendere appunti mentre disegna caricature di uccelli, e la casa d’infanzia in cui ancora abita e si rintana dal mondo, origliando dai muri la vita del vicino che non ha mai visto. Qualcosa cambia quando una giovane tedesca di nome Agathe insiste per essere presa in cura da lui. Costretto ad accettarla suo malgrado e nonostante l’imminente ritiro, il medico scopre che dietro quell’aspetto fragile si nasconde una donna forte, sagace, pronta a scavare nel suo passato per affrontare il trauma inconfessabile che le ha imbrigliato l’esistenza. Una donna che lo affascina e lo sfida cogliendo in lui quel male di vivere che li accomuna e li lega in un’intesa sottile. Una paziente capace di girare lo specchio e invertire i ruoli, obbligando lui, lo psichiatra a fine carriera, il vecchio disilluso, a guardare dentro la sua stessa infelicità e a mettere in discussione, solo ora e per la prima volta, la sua vita. Scrittrice e psicologa, Anne Cathrine Bomann realizza un romanzo che dalla sua delicatezza e finezza empatica trae un fascino peculiare. L’ora di Agathe è il racconto di una tardiva quanto fervida educazione sentimentale, il diario di una lotta interiore tra il desiderio di intimità con gli altri e con il mondo e la paura di perseguirlo, una storia che ci costringe a rallentare il ritmo, ad affinare i sensi e i pensieri, trascinandoci dolcemente nel percorso dei due protagonisti, inseguendo la speranza di essere sempre in tempo per ricominciare.



La lettera di GertrudTitolo: La lettera di Gertrud
Autore: Bjorn Larsson
Editore: Iperborea
Pagine: 480
Prezzo: 19,50 euro

In libreria dal 20 febbraio 2019

Sinossi: Il nuovo romanzo di Björn Larsson: una storia di identità, di libertà e di scelta. E sul prezzo che a volte è necessario pagare per il diritto a questa scelta.

È spargendo al vento le ceneri della madre che Martin Brenner, genetista all’apice di una brillante carriera, marito e padre felice, comincia a interrogarsi sul suo rapporto con lei: perché non prova un vero dolore, perché ha sempre sentito che un velo si frapponeva tra loro? Scoprirà il motivo in una lettera che lei gli ha lasciato: quello che li divideva era un segreto. Sua madre non si chiamava Maria, ma Gertrud, ed era un’ebrea sopravvissuta ai lager. Glielo aveva nascosto per proteggerlo, ma anche per lasciarlo libero di scegliere, da adulto consapevole, la propria identità e la propria vita. Ma qual è la scelta davanti a una rivelazione così scioccante? E cosa vuol dire poi essere ebreo? Con il razionalismo dello scienziato, Martin si getta in ogni genere di letture, ricerche, discussioni con l’amico Simon e il rabbino Golder, per poter decidere: tenere il segreto o accettare la sua ebraicità, sconvolgendo non solo la propria esistenza, ma anche quella della sua famiglia, nonché quel quieto rapporto di «reciproca indifferenza» che ha sempre avuto con Dio? Ed è davvero libero di scegliere o è in realtà costretto ad accettare una definizione che per un genetista, e ateo, non ha alcun significato, e un’appartenenza che non sente? Con la sua capacità rabdomantica di captare i grandi temi del presente e trasformarli in storie da leggere d’un fiato, Björn Larsson affronta uno dei grandi equivoci di oggi – l’identità levata a vessillo di divergenza e inconciliabilità e l’appartenenza come bisogno primordiale eretto a muro divisorio – per rivendicare il diritto di ognuno di essere guardato e giudicato per l’unica vera identità che abbiamo: quella di singole persone.



Titolo: Arenaria
Autore: Paolo Teobaldi
Editore: Edizione e/o
Pagine: 160
Prezzo: 16,00 euro

Da febbraio in libreria

Sinossi: Storie da ridere per non piangere. 

Una lingua tenera e sorprendente che mai diventa virtuosismo, ma è sempre al servizio della bellezza dei luoghi e delle persone, del racconto di una Storia vista dalla parte degli ultimi. Un finissimo umorismo con venature nere ma sempre gentili.
Un monte d’arenaria (che poi non è neanche un monte: 200 m slm il punto più alto): la prima altura che s’incontra scendendo dalla pianura padana, 60 km prima del monte Conero, lungo la costa adriatica. Con un versante, detto le Rive, che guarda verso nord-est, esposto ai venti di maestro, bora, greco e levante; l’altro, verso sud-ovest, benedetto dal sole e dalla storia.
Un mondo piccolo, di pochi chilometri quadrati (l’Adriatico da una parte, i fondali dell’Appennino dall’altro) coltivato a mezzadria, pieno di personaggi, carico d’amore, di rabbia e d’ingiustizia. 

Nessuna indulgenza per come si stava bene una volta, per il pane fatto in casa: neanche per le lucciole. Storie da ridere per non piangere, da tramandare da padre in figlio: nella fattispecie un lascito da nonno a nipote, nella speranza che le parole sommerse siano ancora comprensibili.



Il manoscritto incompiuto - Liam Callanan - copertinaTitolo: Il manoscritto incompiuto
Autore: Liam Callanam
Editore: Casa Editrice Nord
Pagine: 432
Prezzo: 18,60 euro

In libreria dal 7 febbraio 2019

Sinossi: Leah Eady è abituata alle assenze del marito. Ogni volta che lavora a un nuovo romanzo, Robert scompare per qualche tempo, lasciando una nota con scritto: Torno presto. Stavolta, però, al posto del solito biglietto, Leah trova la prenotazione di un volo per Parigi a nome suo e delle figlie. Possibile che Robert voglia essere raggiunto? Eppure, arrivate in Francia, non c'è il marito ad accoglierle, bensì il suo manoscritto, incompiuto, che racconta di una famiglia americana che si trasferisce a Parigi. Seguendo gli indizi disseminati nel testo, Leah s'imbatte in una graziosa libreria del Marais, vicino alla Senna, con la facciata dipinta di rosso e una proprietaria che non vede l'ora di cedere l'attività. Quasi senza rendersene conto, Leah acquista il negozio e le centinaia di volumi stipati sugli scaffali, nella speranza che, in una di quelle storie, si celi un tassello del puzzle che la riporterà da Robert. Più passano le settimane, però, più Leah si sente rinascere: rispetto all'esistenza grigia che conduceva a Milwaukee, la vita parigina è un caleidoscopio di colori. E, tra le chiacchiere coi simpatici clienti della libreria e la magia dei libri che lei divora avidamente, Leah si rende conto che, con o senza Robert, è giunto il momento di prendere in mano la sua vita, e che tocca a lei scegliere il finale del manoscritto incompiuto da cui tutto ha avuto inizio.


Non era vero - Clare MacKintosh - copertinaTitolo: Non era vero
Autore: Clare Mackintosh
Editore: DeAPlaneta
Pagine: 400
Prezzo: 17,00 euro

In libreria dal 12 febbraio 2019


Sinossi: Anna è sconvolta quando, a sette mesi di distanza dalla morte per suicidio del padre, sua madre sceglie di togliersi la vita nello stesso identico modo. Almeno, questo è quanto stabilisce la polizia. Ma qualcosa dentro Anna, innamorata del suo ex terapeuta e da poco divenuta mamma, si ribella all’evidenza. Nulla, nel passato della sua famiglia, giustifica un epilogo tanto drammatico. Trascorso qualche tempo dal nuovo lutto, Anna riceve un biglietto anonimo che sembra confermare i suoi sospetti. Tanto basta a spingerla a rivolgersi alla polizia nella speranza che il caso venga riaperto. L’unico disposto a darle ascolto, però, è Murray Mackenzie, poliziotto in pensione. Mackenzie, marito devoto di una donna che soffre di depressioni violente, si impegna a riaprire ufficiosamente il caso, convinto che solo nuovi e concreti indizi potranno persuadere i colleghi a prendere sul serio i dubbi di Anna…





Appartamento 401 - Shuichi Yoshida - copertina

Titolo: Appartamento 401
Autore: Yoshida Shuichi
Editore: Feltrinelli
Pagine: 240
Prezzo: 16,00 euro

In libreria dal 7 febbraio 2019


Sinossi: Come L’uomo che voleva uccidermi, Appartamento 401 è un thriller atipico, letterario, giocato costantemente sul mistero dell’altro, colui che crediamo di conoscere.

Ryoˉ suke, Kotomi, Mirai, Naoki e Satoru condividono un appartamento nel quartiere di Setagaya. La vita scorre tranquilla, senza incidenti né particolari conflitti, come le auto che si inseguono sulla tangenziale e non si scontrano mai. Ma fuori dall’appartamento 401 i cinque giovani si confrontano con le difficoltà del vivere in mezzo agli altri, del comprendere se stessi e individuare il proprio posto nel mondo. Intanto il quartiere è scosso da misteriosi casi di aggressione, che però non sembrano preoccupare più del dovuto i cinque coinquilini. Chi è il colpevole? Le autorità riusciranno a porre fine al reiterarsi di questi reati violenti? Ma la domanda più pressante è un’altra: la vita vera è dentro o fuori dalle mura della casa?



domenica 27 gennaio 2019

Recensione - "Samara Alata" di Annamaria Amoroso

Buona domenica cari lettori! Come va? Io sto leggendo a rilento per il poco tempo a disposizione impegnato in un nuovo progetto che ho intenzione di intraprendere, o almeno ci provo! Sappiate che la mia poca assiduità nel postare non dipende dal poco entusiasmo per il blog, anzi, più passa il tempo e più mi accorgo di non poter fare a meno di questo mio angolino virtuale!

Ritornando a noi, oggi vi parlo di un romanzo probabilmente poco noto ma che ha tutte le carte in tavola per essere quel "romanzo" da custodire gelosamente nella propria libreria. Quando l'ho finito il mio pensiero o meglio la mia riflessione è stata a quanta poca pubblicità hanno i bei romanzi, destinati dunque ad un pubblico limitato, e quanta pubblicità invece ricevono quei romanzi, magari supportati da una grossa casa editrice alle spalle che in alcuni casi vendono esclusivamente per la loro efficace politica di marketing. Ecco, "Samara Alata" merita di essere divulgato a dovere, vi invito dunque a farci un pensierino, allontanatevi per qualche giorno dalle top ten librose e concedetevi questa lettura... di seguito vi spiego il perché!




Risultati immagini per samara alata libro immagine

SAMARA ALATA


di ANNAMARIA AMOROSO

Editore: Franco Di Mauro Editore

Pagine: 228
Prezzo: 11,90 euro
Sinossi: qui



Cosa fare quando un ricordo emerge dal passato prepotentemente impregnandosi nella tua mente in maniera così forte da far nascere la voglia di imprigionarlo su carta? E magari si è consapevoli di essere testimoni di un qualcosa che meriti di essere tramandato e ricordato? A grandi linee ciò è accaduto ad Annamaria Amoroso con questo romanzo. Incredibile ma vero, "Samara Alata" prende ispirazione da un fatto vero, dove poi la finzione lo ha romanzato in una incredibile narrazione dai contorni romantici e dai contenuti forti e interessanti.

Samara Alata racchiude al suo interno una trama unica intrisa di eventi che in parallelo si rincorrono con la certezza di riconciliarsi in un epilogo struggente. Ambientata negli anni che vanno dal '40 al '71 del secolo scorso, convoglia la bellezza di due terre; la solare Napoli contrapposta alla fredda Russia. "Samara Alata" elogia l'amore nel senso più bello e più ampio del termine. 
Napoli. Il nostro protagonista Gabriele è un giovane ragazzo orfano di madre che viene accolto da una nobile famiglia napoletana e assunto come autista del barone Brando. Al palazzo Mesetas Gabriele incontra per la prima volta i piaceri della vita. L'amore quello puro, innocente e spensierato di Mariuccia, una cameriera anch'essa alle dipendenze del Barone. Detto così può sembrare una storia letta e riletta ma non lo sarà! L'amore non trapelerà subito, infatti nelle prime pagine il lettore farà inizialmente la conoscenza di un Gabriele soldato, combattente sulle rive del Don, arruolato nel Corpo di Spedizione Italiano in Russia. Emergono descrizioni crude e realistiche che ci invitano a viaggiare con l'immaginazione verso una realtà, quella della guerra, atroce e disumana. Gabriele con il cuore stracolmo di forza e speranza si ritrova a combattere con il fisico e con l'anima a temperature sotto lo zero e la costante paura di non farcela. Come vi dicevo prima, le vite di Gabriele e Mariuccia se per un breve periodo si uniscono saranno poi destinate a separarsi a causa della guerra e a susseguirsi in contemporanea per tutto il corso della narrazione. Mariuccia a Napoli e Gabriele in Russia. Cosa accaderà ai due? Ovviamente non ve lo dico perché non potete neanche minimamente immaginare che piega prendono i fatti. Nelle sue duecentoventotto pagine il lettore di ritrova a piangere e a tifare per i due amanti ma soprattutto a sperare in un lieto fine. 

In Samara Alata un ruolo importante è attribuito alle donne. Loro, le uniche portatrici di un amore unico e incondizionato che va ben oltre le ingiustizie della guerra. Donne forti e speranzose che si aggrappano ai ricordi con tutta la tenacia e la volontà di voler vivere in quel "ricordo". In Samara Alata Gabriele incontrerà tre donne; Mariuccia, Irina e Teresa. Le sue vicende si snodano intorno a loro e non possiamo non amare quelle parti che saranno un dolce ristoro dai capitoli dove invece la crudeltà della guerra emerge in maniera disarmante. Inoltre è palese ed evidente un accurato lavoro storico svolto dall'autrice nella stesura del romanzo. Un prosa ricercata e curata in ogni parola che regala eleganza e corposità ad una storia romantica a giuste dosi. Tutto in Samara Alata viene ponderato e misurato. Un giusto equilibrio raggiunto grazie alla bravura dell'autrice nel creare un mix di eventi che si incalzano a vicenda incastrandosi in un disegno ben amalgamato dalle tonalità chiaroscuro. 
Oltre alla storia che merita di essere letta voglio porgere un'attenzione particolare per quanto riguarda la scelta del titolo. Pensandoci, e dopo aver letto il romanzo posso dedurre che non poteva esserci titolo più appropriato di questo. La samara è il frutto dell'olmo e ha una particolare caratteristica; trasportata dal vento può mettere radici ovunque. Il paragone è d'obbligo, nel senso che riflettendoci ognuno di noi sa dove nasce ma non sa dove muore. In poche parole siamo un po' tutti delle samare alate trasportati dal treno della vita che corre impetuoso lungo i binari del destino, a noi sconosciuto ma in realtà già scritto nel sacro libro Divino.

martedì 15 gennaio 2019

Recensione - "Non volare via" di Sara Rattaro

Buon pomeriggio amici lettori! Ritorno da voi con la Rattaro, una scrittrice che sa mettere i sentimenti in primo piano regalando al lettore emozioni uniche. Vi lascio il mio pensiero su "Non volare via", un romanzo uscito un po' di tempo fa ma che dovevo assolutamente recuperare per dedicarmi alla sua ultima opera "Andiamo a vedere il giorno". Buona lettura!




Risultati immagini per non volare via libro immagine

NON VOLARE VIA


di SARA RATTARO

Editore: Garzanti

Pagine: 222
Prezzo: 9,90 euro
Sinossi: qui


Quando qualche mese fa venni a sapere dell'imminente uscita di un nuovo romanzo della Rattaro non stavo più in me. Conosco il suo inconfondibile stile e la sua innata capacità di far emozionare con la semplicità delle sue parole che combinate a delle storie estrapolate dalla vita reale ci fanno battere forte il cuore. Secondo me questa caratteristica è il suo punto forte, piace per saper mettere nero su bianco le emozioni e portare alla luce situazioni che se a volte appaiono "forzate" in realtà ognuno di noi, in parte ci si rivede. 

"Non volare via" è la storia di una famiglia apparentemente uguale alle altre ma in fondo unica perché se i figli sono il dono più bello della vita quando uno di loro ha una "diversità" da affrontare gli equilibri vacillano e rimanere compatti è molto difficile. 
Alberto e Sandra dopo la gioia della nascita di Alice a distanza di anni decidono di regalarle un fratellino. Matteo è uno raggio di sole che illumina e completa un bel quadretto familiare e tutto procede per il meglio fino alla fatidica diagnosi: Matteo è sordo. Una sentenza che come una pugnalata inaspettata ha la potenza di virare di colpo una routine quotidiana troppo perfetta costringendo a riavvolgere il nastro della vita e ricominciare daccapo. Alberto e Sandra accusano il colpo e fanno di tutto per permettere a Matteo una vita al pari della normalità. In tutto questo un ruolo fondamentale lo avrà Alice e il suo senso di responsabilità assoluto nei confronti del fratellino. Ma la disabilità di Matteo è il perno intorno al quale ruotano le incertezze e le debolezze dei due genitori. Un punto di partenza per poi concentrare l'attenzione sulla vita di Alberto e poi di Sandra. Infatti la narrazione procede attraverso il punto di vista di Alberto che in prima persona si racconta o meglio confida al lettore quali erano e quali sono le sue paure; la difficoltà nell'aver fatto in passato alcune scelte che ancora oggi ne paga le conseguenze. Riscopriamo un Alberto ragazzo, un Alberto al primo amore, un Alberto adulto, un Alberto marito ed infine papà. La Rattaro questa volta veste i panni di un uomo e lo fa con una disinvoltura tale da non credere. Calarsi nei pensieri e nei modi di agire dell'altro sesso non è cosa semplice, inoltre a rendere più veritiero il ruolo è l'assenza di luoghi comuni che inevitabilmente potevano condurre a comportamenti scontati e banali. 
La Rattaro ha creato una storia basata sui delicati ingranaggi che mettono in moto i rapporti familiari, dove un minimo difetto manda in tilt l'intero meccanismo costringendo a una riparazione, che se da un lato fa ripartire il tutto, dall'altro si è consapevoli che nulla ritornerà più come prima. Questo è ciò che nella vita accade a Sandra e Alberto. 
L'amore decantato dalla Rattaro in "Non volare via" si colora di mille sfumature, oltre ai fragili rapporti familiari emerge chiaramente anche l'amore incondizionato tra fratelli. Ho trovato molto significativa la parte dove Alice insegna al fratellino il gioco degli scacchi convinta che il silenzio che lo avvolge sia un elemento a suo favore per la concentrazione... e non avrà tutti i torti! Matteo riesce a conquistare una vittoria fondamentale per l'autostima sua e dei suoi cari. Inoltre ho particolarmente apprezzato l'idea dell'autrice di paragonare la vita ad una partita a scacchi, se ci pensiamo il paragone calza a pennello, fare le scelte giuste talvolta non è semplice necessita di coraggio, di razionalità e una bella dose di fortuna!
Voglio infine concludere il mio pensiero con una frase presente nel libro che è una regola negli scacchi ma di forte impatto in questa storia:

"a volte è meglio sacrificare un pezzo per non compromettere l'intera partita".

Un romanzo che consiglio per chi  vuole mettere a nudo la propria anima perché (e questa secondo me è la regola), nei romanzi della Rattaro vige un'unica costante, l'EMOZIONE!
E ora ... "Andiamo a vedere il giorno"!


lunedì 7 gennaio 2019

Recensione - "Dai tuoi occhi solamente" di Francesca Diotallevi

Ben ritrovati amici lettori! Iniziamo il nuovo anno con la recensione di un romanzo molto bello, intenso ed affascinante, "Dai tuoi occhi solamente" di Francesca Diotallevi. Vi lascio il mio pensiero...



Risultati immagini per dai tuoi occhi solamente libro immagine

DAI TUOI OCCHI SOLAMENTE


di FRANCESCA DIOTALLEVI

Editore: Neri Pozza

Pagine: 206
Prezzo: 16,50 euro
Sinossi: qui

Risultati immagini per vivian maier fotografa

Il titolo di questo romanzo prende ispirazione da una nota poesia di Pedro Salinas "La voce a te dovuta". Alcuni versi di questa poesia sono stati volutamente menzionati dall'autrice con l'intento di regalare alla vita di Vivien Maier un tocco di romanticismo e leggerezza. "Dai tuoi occhi solamente" è un romanzo dove finzione e realtà camminano di pari passo portando alla luce la storia di una delle fotografe più talentuose del novecento. Peccato però che l'artefice di tutti questi scatti visse nell'anonimato e solo dopo la sua morte se ne riconobbe l'innata dote.
Francesca Diotallevi ha idealizzato una donna dalla personalità malinconica e alla continua ricerca della solitudine, uno stile di vita che la plasma e la costringe a prendere le distanze dal mondo intero, in particolar modo dai legami familiari. Dolore, sofferenza e inquietudine è il bagaglio che la madre Marie lascia in eredità alla figlia, un rapporto destinato a spezzarsi per spirito di sopravvivenza perché Vivien riesca a impadronirsi della sua vita e fare della sua macchina fotografica, una Rolleiflex, la sua ancora di salvezza.

"Ho scattato così tante foto per riuscire a trovare il mio posto nel mondo"

Questa frase sintetizza in poche parole ciò che la fotografia ha rappresentato per Vivien Maier. Per Vivien guardare dietro a un mirino e vedere l'immagine frazionarsi e ricomporsi sotto ai propri occhi le regalava una sensazione di sollievo e al contempo di appartenenza. Vivien era avida di storie, sui visi delle persone che incrociava per strada, negli occhi innocenti dei bambini o semplicemente osservando l'orizzonte di paesaggi incontaminati, Vivien viveva. Era solo una bambina quando una carissima amica della mamma le porge una macchina fotografica e le ordina di scattare, da lì tutto prese il via. Inconsapevole del suo talento Vivien passa la sua vita a fotografare qualsiasi cosa meritevole di essere ricordata, perché in fondo il senso di una foto è appunto questo, cogliere l'attimo, fermarlo nel tempo e ricordarlo ogni qual volta si ha voglia di farlo. Vivien gioca con le vite degli altri, le scandaglia e le immortala imprigionandole in un gioco in cui a decidere le regole è solo lei. 

Risultati immagini per vivian maier fotografa
Nella continua e perenne lotta con se stessa, Vivien ci fa viaggiare tra New York e la Francia in un groviglio di legami familiari complessi e difficili. Esperienze che la segnano da adulta e che saranno poi le motivazioni che la costringono ad innalzare un muro di diffidenza verso gli altri. 

Con uno stile pulito ed essenziale la Diotallevi ci ammalia con una storia meravigliosa. Un straordinario affresco sulla vita di una delle fotografe più brave del secolo scorso che decise di nascondere la sua entità dietro un umile lavoro. Vivien si manteneva facendo la bambinaia e collezionava articoli di giornale e scatoloni di rullini mai sviluppati in vita. Saranno poi quei rullini a renderla famosa e a ricordarla nelle postume e innumerevoli mostre.

Perdersi dietro l'obiettivo di una macchina fotografica e vedere il mondo attraverso gli occhi di Vivien, "Dai tuoi occhi solamente" e solo dai suoi occhi saremo in grado di percepire ogni singola particella emotiva del suo carattere e della sua solitaria vita. Consigliatissimo!

sabato 5 gennaio 2019

Novità in libreria - gennaio 2019

Primo post dell'anno e non potevo non iniziare con le belle novità che ci aspettano in libreria. Il 2019 inizia alla grande, ho già dei titoli in lista e tanti altri in attesa di essere letti, insomma anno nuovo ma la situazione librosa non cambia!!!

Mettetevi comodi e prendete appunti!


Gli scomparsi di Chiardiluna. L'Attraversaspecchi. Vol. 2 - Christelle Dabos - copertina
Titolo: Gli scomparsi di Chiardiluna. L'Attraversaspecchi Vol.2
Autore: Christelle Dabos
Editore: Edizioni e/o
Pagine: 562
Prezzo: 16,00 euro

In libreria dal 9 gennaio 2019

Sinossi: Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell'arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all'interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l'inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell'indagine solo per amore di Thorn, l'uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...



Sette giorni perfetti - Rosie Walsh - copertinaTitolo: Sette giorni perfetti
Autore: Rosie Walsh
Editore: Longanesi
Pagine: 400
Prezzo: 16,90 euro

In libreria dal 7 gennaio 2019

Sinossi: Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell'autobus e fin dal primo momento Sarah e Eddie si piacciono da morire. A quasi quarant'anni e con un divorzio alle spalle, Sarah non si è mai sentita così viva. E le sembra che Eddie la aspettasse da sempre. Così, dopo una settimana perfetta passata insieme, quando Eddie parte per un viaggio fissato molto prima di conoscerla e promette di chiamarla dall'aeroporto, Sarah non ha motivo di dubitare. Ma quella telefonata non arriva. E non arriva nemmeno il giorno dopo, né gli altri a seguire. Incredula, gli occhi fissi sullo schermo del cellulare che non suona, Sarah si chiede se lui l'abbia semplicemente scaricata o se invece gli sia successo qualcosa di grave. Dopo giorni di silenzio, mentre tutti gli amici le consigliano di dimenticarlo, Sarah si convince sempre più che ci sia qualcosa dietro l'improvvisa sparizione. Tuttavia le settimane passano e Sarah non sa più darsi spiegazioni. Fino al giorno in cui inaspettatamente scopre di aver avuto sempre ragione. C'è un motivo se Eddie non l'ha più chiamata. Un segreto doloroso che li avvicina e insieme li allontana. L'unica cosa che non si sono detti in quei sette giorni trascorsi insieme... Il romanzo d'esordio di Rosie Walsh non è solo una storia d'amore che sorprenderà tutti quelli che sanno cosa significa aspettare una chiamata che non arriva, ma è molto di più. Scava nel profondo dei nostri sentimenti e delle nostre paure: la paura di non essere amati, la paura di essere rifiutati, la paura di affrontare il passato. E lo fa dosando sapientemente suspense e passione, emozioni e dramma, lasciando il lettore con il fiato sospeso fino all'ultima pagina.



Il numero più grande è due - Fabrizio Caramagna - copertina
Titolo: Il numero più grande è due
Autore: Fabrizio Caramagna
Editore: Mondadori
Pagine: 266
Prezzo: 14,00 euro

In libreria dal 22 gennaio 2019

Sinossi: Alberto ed Eleanor si incontrano un martedì di marzo, per caso o per destino, e si innamorano. Nasce così una relazione passionale, intensa, ma non per questo priva di dubbi e imprevisti. Perché pur amandosi più di ogni altra cosa, Alberto ed Eleanor sono due persone normali, che devono far fronte ai problemi della quotidianità, alle piccole incomprensioni, alle delusioni e ai fallimenti. Col suo inconfondibile fraseggiare romantico, gentile e pieno di meraviglia, Caramagna compone un canzoniere amoroso fatto di aforismi, poesie e brevi dialoghi. Una storia semplice, ma ricca di sorprese, che emoziona e commuove. E ci racconta un amore, dal primo incontro all’innamoramento, dai litigi, alle riappacificazioni, agli addii, trasportandoci con delicatezza e intensità attraverso i chiaroscuri della vita.




Titolo: Nel cuore della notte. La famiglia Aubrey. Vol.2
Autore: Rebecca West
Editore: Fazi Editore
Pagine: 406
Prezzo: 20,00 euro

In libreria dal 28 gennaio 2019

Sinossi: E` trascorso qualche anno da quando abbiamo salutato la famiglia Aubrey. Le bambine non sono piu` tali: i corsetti e gli abiti si sono fatti piu` attillati, le acconciature piu` sofisticate; l’ozio delle giornate estive e` solo un ricordo. Oggi le Aubrey sono giovani donne, e ognuna ha preso la sua strada: le gemelle Mary e Rose sono due pianiste affermate e vivono le difficolta` che comporta avere un talento straordinario. La sorella maggiore, Cordelia, ha abbandonato le velleita` artistiche per sposarsi e accomodarsi nel ruolo di moglie convenzionale. La cugina Rosamund, affascinante piu` che mai, lavora come infermiera. La madre comincia piano piano a spegnersi, mentre il padre e` sparito definitivamente. Poi c’e` lui, il piccolo Richard Quin, che si e` trasformato in un giovane seduttore brillante e, sempre piu`, adorato da tutti. La guerra, che piombera` sulla famiglia come una catastrofe annunciata, bussera` anche alla sua porta, e sconvolgera` ogni cosa. Mentre l’Inghilterra intera e` costretta a separarsi dai suoi uomini, l’universo delle Aubrey si fa sempre piu` esclusivamente femminile: gli uomini e l’amore rimangono un grande mistero, un terreno inesplorato da attraversare, pagine ancora tutte da scrivere che, forse, troveranno spazio nel prossimo volume di questa appassionante saga familiare. Dopo La famiglia Aubrey, Nel cuore della notte e` il secondo capitolo della trilogia di Rebecca West. «Uno dei migliori libri scritti nel Novecento. Sto parlando del suono che quel libro emette, del suo peso nella memoria, del suo modo di disporsi nel tempo, dei suoi colori, del suo modo di accoppiarsi con l’attenzione del lettore.». Alessandro Baricco «Una ricostruzione narrativa che si apparenta per tono di voce e coloritura morale a certi grandi romanzi dickensiani, ma con il valore aggiunto di una solidita` affettiva che invece richiama alla memoria il quadretto della famiglia colta e povera per eccellenza, quello della famiglia March di Piccole Donne di Louisa May Alcott». Alessia Gazzola, «La Lettura – Corriere della Sera» «Milioni di famiglie riempiono la letteratura, ma negli Aubrey c’e` dell’altro: c’e` la sostanza profonda e necessaria dell’essere-famiglia nell’ottica piu` verace che si possa immaginare». Leonetta Bentivoglio, «Robinson – la Repubblica»



L' isola delle anime - Johanna Holmström,Valeria Gorla - ebookTitolo: L'isola delle anime
Autore: Johanna Holmstrom
Editore: Neri Pozza
Pagine: 338
Prezzo: 17,00 euro

In libreria dal 10 gennaio 2019

Sinossi: Finlandia, 1891. Una notte, ai primi di ottobre, una barchetta scivola sull’acqua nera del fiume Aura. A bordo, Kristina, una giovane contadina, rema controcorrente per riportare a casa i suoi due bambini raggomitolati sul fondo dell’imbarcazione. Le mani dolenti e le labbra imperlate di sudore, rientra a casa stanchissima e si addormenta in fretta. Solo il giorno dopo arriva, terribile e impietosa, la consapevolezza del crimine commesso: durante il tragitto ha calato nell’acqua densa e scura i suoi due piccoli, come fossero zavorra di cui liberarsi.
La giovane donna viene mandata su un’isoletta al limite estremo dell’arcipelago, dove si erge un edificio, un blocco in stile liberty con lo steccato che corre tutt’attorno e gli spessi muri di pietra che trasudano freddo. È Själö, un manicomio per donne ritenute incurabili. Un luogo di reclusione da cui in poche se ne vanno, dopo esservi entrate.
Dopo quarant’anni l’edificio è ancora lì ad accogliere altre donne «incurabili»: Martha, Karin, Gretel e Olga. Sfilano davanti agli occhi di Sigrid, l’infermiera, la «nuova». I capelli cadono intorno ai piedi in lunghi festoni e poi vengono spazzati via, si apre la cartella clinica della paziente, ma non c’è alcuna cura, solo la custodia. Un giorno arriva Elli, una giovane donna che, con la sua imprevedibilità, porta scompiglio tra le mura di Själö. Nella casa di correzione dove era stata rinchiusa in seguito alla condanna per furti ripetuti, vagabondaggio, offesa al pudore, violenza, rapina, minacce e possesso di arma da taglio, aveva aggredito le altre detenute senza preavviso. Mordeva, hanno detto, e graffiava.
L’infermiera Sigrid diventa il legame tra Kristina ed Elli, tra il vecchio e il nuovo. Ma, fuori dalle mura di Själö la guerra infuria in Europa e presto toccherà le coste dell’isola di Åbo.
Magnifico romanzo che muove da un luogo realmente esistito, L’isola delle anime è una commovente storia sul prezzo che le donne devono pagare per la loro libertà. Un inno alla solidarietà, all’amore e alla speranza.


L'immagine può contenere: testoTitolo: La memoria della cenere
Autore: Chiara Marchelli
Editore: NNEditore
Pagine: 296
Prezzo: 18,00 euro

In libreria dal 24 gennaio


Sinossi: Elena è una scrittrice, sa leggere le storie sui volti delle persone. Una notte, un aneurisma la colpisce nella sua casa di New York. Sopravvive, e insieme a Patrick decide di trasferirsi in Francia, nell’Auvergne, in un paesino ai piedi del vulcano Puy de Lúg. Durante la convalescenza, la mente di Elena arde di pensieri, di memorie interrotte, di sentimenti riscoperti, di attese e incertezze, come il magma che ribolle sottoterra, a pochi chilometri da lei. Quando i genitori vengono a trovarla per un breve soggiorno, il loro arrivo coincide con un’improvvisa eruzione del vulcano. E mentre una colonna di fumo, cenere e lava inizia a uscire dalla bocca del Puy de Lúg, i protagonisti si trovano bloccati tra le mura di casa, in un tempo sospeso che sovverte ruoli e sicurezze, paure e desideri. Scritto in una lingua nitida e forte, capace di trascrivere le emozioni, La memoria della cenere racconta di una rinascita, di un’anima che si rigenera, alla ricerca di un fragile, delicato equilibrio con le verità impassibili che governano la vita. Questo libro è per chi ama correre la mattina presto lungo il fiume, per chi conserva sottopelle i minuscoli dettagli dei ricordi, per chi ricorda il cielo e le strade di cenere del vulcano islandese, e per chi ha scelto di scappare lontano, fin dall’inizio, imprimendo così il suo primo, infinito passo di danza. 

 

domenica 30 dicembre 2018

Top ten - Tempo di bilanci 2018

Ben ritrovati cari lettori! Finalmente tra cenoni, tombolate, serate tra amici e letture riesco a ritagliarmi un pochino di tempo da dedicare al mio amato blog! Non potevo assolutamente salutare l'anno senza stilare una mia personale classifica librosa e tirare le somme su un 2018 niente male! 

Quest'anno ho avuto la fortuna di partecipare a Tempo di Libri a Milano dove ancora oggi a distanza di mesi ho ricordi piacevolissimi, soprattutto perché ho avuto l'onore di conoscere alcune blogger che fino a quel momento erano solo un nome su un computer. Esperienza che mi ha arricchito molto dal punto di vista personale e poi camminare tra gli stand stracolmi di libri che dire non ci sono parole! Peccato che nel 2019 Milano ha rinunciato a questa bellissima fiera, i motivi sinceramente non li conosco ma posso solo dire che sarà una grande perdita per noi lettori. Inoltre, il 2018 mi ha vista partecipe per ben due volte nelle scuole nella settimana della lettura, esperienza anche questa molto gratificante da lettrice! E poi ho letto, tanto tanto e tanto che mi è venuta voglia di stilare una mini classifica. Siete pronti? Mettetevi comodi e poi ditemi la vostra, cosa ne pensate, se avete letto i libri che sto per propormi o se vi ho incuriosita, vi aspetto!!!

TOP TEN


Risultati immagini per Le figlie del mare libro immagine

N.10 Un romanzo difficile da dimenticare, uno spaccato di storia poco noto ma di una tristezza infinita. Gli orrori della guerra si ripresentano, ma questa volta vedono protagoniste due sorelle divise da un destino crudele. Recensione qui.


 
Risultati immagini per ogni coincidenza ha un'anima libro immagine


N.9 Meraviglioso Stassi in questo suo ultimo romanzo. Come si fa a non affezionarsi al biblioterapeuta Vince Corso. Dopo "La lettrice scomparsa" il nostro protagonista sarà alle prese con una nuova avventura e un nuovo caso da risolvere, il tutto condito da frasi estrapolate da grandi romanzi e tanto amore per la lettura. Recensione qui.


Risultati immagini per la cura dell'acqua salata libro immagine



N.8 La Ossorio ha elaborato una trama dai contorni magici. Superstizione, magia e un amuleto tramandato da generazione in generazione saranno gli elementi predominanti per una storia tutta da leggere anche se con molta attenzione! Recensione qui.


Risultati immagini per Il figlio prediletto libro immagine


N.7 Il figlio prediletto è una storia di rinascita e di riscatto. Culture radicate e pregiudizi infondati sono il perno di una storia di dolere e speranza. Candidato al Premio Strega 2018 aveva tutte le carte in tavola per vincerlo! Recensione qui.




Risultati immagini per Fidanzati dell'inverno libro immagine


N.6 Un fantasy tutto da divorare!!! Ofelia e Thorn ci ammaliano con i loro "talenti". Leggere gli oggetti e attraversare gli specchi sono le capacità innate di Ofelia che ci accompagnerà in un mondo fatto di Arche e magia. Primo volume di una trilogia...aspettando il seguito! Recensione qui.



Risultati immagini per Resto qui libro immagine


N.5 Resto qui di Marco Balzano mi è stato regalato quest'estate e come spesso capita quando sto in vacanza una volta letto non l'ho recensito! Mi riprometto sempre di scrivere qualche riga su questo romanzo che non lascia indifferenti. Molto bello e in alcune parti commovente. Lo consiglio!



Le assaggiatrici - Rosella Postorino - copertina


N.4 Le assaggiatrici. Su questo romanzo ne ho lette di cotte e di crude, si è detto l'impossibile, io non posso che consigliarvelo con tutto il cuore. La storia di donne che mettono ogni giorno a rischio la propria vita per il Fuhrer. Recensione qui.



Risultati immagini per L'amica geniale libro immagine

N.3 Ho letto L'amica geniale in previsione della serie TV. Avendo letto il romanzo ho avuto modo di seguire meglio il film che secondo me è nettamente inferiore al libro. Sicuramente proseguirò con i successivi capitoli, Lila e Lenù sono unite da un'amicizia ossessiva ma allo stesso tempo sincera. Chi sarà tra le due l'amica geniale? Poi vi dirò...



Risultati immagini per Figlie di una nuova era libro immagine

N.2 Ci siamo amici lettori! Ci avviciniamo al podio e il secondo posto è tutto per loro: Kathe, Henny, Ida e Lina. Quattro donne, quattro storie, quattro destini destinati a incrociarsi sullo sfondo di un periodo storico importante. Un romanzo corposo, intenso ed emozionante. Primo di una trilogia che vi coinvolgerà dalla prima all'ultima pagina! Recensione qui.



N.1

Risultati immagini per Un ragazzo normale libro immagine



Che dire, Lorenzo Marone nella storia di Mimì si è superato in tutto e per tutto! La Napoli degli anni '80, gli usi e costumi di un popolo che non lascia indifferenti anzi ti adotta, ti conquista e ti fa prigioniero alle pendici del Vesuvio. E poi la vita di Giancarlo Siani, noto giornalista vittima di un agguato di camorra e la sua continua lotta contro il male che distrugge la sua terra. Insomma con "Un ragazzo normale" ho riflettuto, mi sono emozionata e commossa.
In questo romanzo ho ritrovato la Mia Napoli, quella della mia gioventù, bella da morire, "verace" come di dice dalle mie parti. Recensione qui.

Spero che il 2019 sia ancora più ricco di belle letture e vi auguro con tutto il cuore un anno sfavillante, pieno di gioia ma soprattutto ricco di libri. Con l'augurio che ogni vostro desiderio possa esaudirsi vi auguro un Felice 2019!!!
Rosa